Ristorante cucina tipica siciliana

PRENOTA LA TUA CAMERA:

CUCINA TIPICA SICILIANA

" La Tradizione Siciliana con Gusto "

L'alchimia della ricetta tradizionale, che rivive nei secoli, conquistando, oggi come allora, chi ama gustare a tavola l'essenza di un popolo. Questa è la cucina Trapanese. Ma non bastano gli elementi, ci vuole la sapienza esperta dei cuochi ad equilibrare la forza dei sapori, a ricreare con gli ingredienti più genuini.

Coltivare i sensi, coltivare la terra, significa anche serbarne la genuinità dei frutti, la forza dei sapori. La cucina dei popoli racchiude un’enciclopedia di gestualità dei rapporti tra l’uomo ed i suoi simili, tra l’uomo e la natura. La cucina siciliana racconta l’eterna storia dell’antico amore dell’uomo per la sua terra, l’amore per l’ospitalità e le sue regole di fantasia e generosità. Ogni ricetta testimonia la vitalità di una cultura che nei millenni ha riscritto, attraverso gli elementi del mare e della terra, la storia della sua identità, che ha preso linfa da civiltà diverse, che ha fuso in una le impronte delle diverse popolazioni in transito. Le spezie, i profumi delle coste baciate dal mare e riarse dal sole, gli intensi sapori di una terra dura che distilla i suoi frutti con orgogliosa parsimonia: questo il sapore che la Sicilia custodisce.

Il nostro ristorante Vi proporrà i piatti che hanno reso famosa la cucina siciliana nel mondo, non solo per i sapori inconfondibili ma, anche per la cordialità e l'ospitalità che ne sono inseparabili ancelle.

Così come il vino. Fruttato, equilibrato, fresco… la provincia di Trapani lo produce generosamente, distinguendosi per l'alta qualità dei vitigni e pregiandosi di molti marchi D.O.C. sia nell'ambito dei vini da pasto che di quelli liquorosi da dessert. La nostra cantina ve li proporrà sposandoli sapientemente agli altri sapori, per esaltare una tradizione di gusto che il tempo raffina.

 

Eccovi alcune ricette

 

Pasta col Pesto alla Trapanese

Ingredienti per quattro persone:
400 g di pasta (possibilmente fresca), 6 pomodori rossi pelati e sgocciolati, 1 spicchio d'aglio, 40g di mandorle, 40g di mollica di pane grattuggiata, olio d'oliva, sale, pepe, basilico fresco.
Pelare le mandorle dopo averle immerse per qualche minuto in acqua bollente, tostarle in padella e tritarle. Tagliare i pomodori a pezzetti e frullarli (meglio pestarli) insieme allo spicchio d'aglio, il basilico fresco, il sale e il pepe. Quando saranno diventati cremosi aggiungere un filo d'olio d'oliva e le mandorle tritate. Nel frattempo, in una padella antiaderente, tostare la mollica di pane grattugiata finché non sarà diventata dorata. Cuocere la pasta in abbondante acqua bollente e salata. Scolarla al dente, condirla con il pesto pronto e cospargerla con la mollica tostata.
Per chi amasse le attività subacquee, ci basti ricordare che L’hotel Tirreno e la fascia di mare antistante sono stati pescosissimi campi di prova nelle più recenti gare di pesca nazionali ed internazionali, conservando, ancora questa zona, una grande vitalità di fauna e flora marina.

Tonno alle mandorle

Ingredienti per quattro porzioni:
800 g di tonno fresco a trance, 1 cipolla, 1 cucchiaio di capperi, 75 g di mandorle, olio d'oliva, sale, pepe, prezzemolo fresco tritato.
Pelare le mandorle dopo averle immerse qualche minuto in acqua bollente, pestarle in un mortaio. Raccogliere le mandorle pestate in un panno sottile ed immergerLe ripetutamente in ½ Lt d'acqua cercando di strizzarle bene ogni volta per ottenere un ricco "latte di mandorle". Pelare e tritare la cipolla con i capperi, soffriggerli leggermente in poco olio d'oliva. Quando il soffritto si sarà dorato poggiarvi sopra le trance di pesce e dorarle nei due lati. Pepare e salare il pesce, aggiungere abbondante prezzemolo tritato, quindi versare il latte di mandorla e fare ispessire il sughetto a fuoco alto per un paio di minuti. Servire caldo.

Cassatelle

Per l'impasto: 500g farina; 50g zucchero; 100g lardo ( o olio d'oliva ).
Per il ripieno: 1kg ricotta; 300g zucchero; pinoli; 50g canditi; 50g cioccolato. Guarnizione: 500g zucchero ( o miele ) ; cannella. Friggere in olio d'oliva.